Pneumatici da moto

Pneumatici da moto -Domande frequenti

Come scegliere lo miglior pneumatico per la propria moto?

La cosa più importante è scegliere un pneumatico che “si adatti” alla tua moto, il che significa che dovresti controllare le dimensioni, l’indice di velocità e di carico suggerito dal tuo produttore. Non puntare ad un tipo di pneumatico se il tuo comportamento di guida non corrisponde. (es.: pneumatici sportivi con molto grip se non riuscite mai a riscaldarli correttamente) La scelta del tipo giusto vi offre un livello di sicurezza, non solo di prestazioni, più elevato. Considera anche la durata, la capacità di resistere a tutte le condizioni atmosferiche, il profilo della strada (ad esempio: strada sterrata, bitume, ecc.) e il bagaglio che portati con te o se viaggi spesso in due.

Meglio un pneumatico radiale o a tele incrociate?

I pneumatici a tele incrociate sono progettati in modo più semplice con fianchi più robusti, il che li rende perfetti per il fuoristrada, mentre gli indici di velocità sono più bassi. Con le gomme radiali ci troviamo di fronte ad un orientamento diverso: uno strato presenta fibre orientate 90° rispetto alla direzione di rotolamento ed uno strato con un angolo di 0°-25° rispetto al precedente. In questo modo le forze centripete vengono ridotte e lo pneumatico é in grado di raggiungere velocità più elevate. Ancora una volta: considera la modalitá d’uso al momento dell’acquisto.

Come guidare con le gomme nuove?

Probabilmente hai notato che le gomme nuove sono un po’ scivolose. Il motivo è che durante l’ultimo processo di produzione (la maggior parte dei produttori lo fa) il nuovo pneumatico viene sottoposto a un cosiddetto processo di vulcanizzazione. Quando il pneumatico viene rilasciato dallo stampo molto caldo durante la produzione, viene applicata una piccola quantità di agente di rilascio per garantire una più facile rimozione dallo stampo. Questo sottile strato che rimane sul pneumatico (e che a volte gli conferisce una bella lucentezza) è la ragione per cui si dovrebbe prestare attenzione quando si guida un pneumatico nuovo la prima volta. Meglio prevenire che curare!

Cosa posso fare se ho una foratura?

Trovarsi con una gomma bucata non é mai piacevole, soprattutto quando si è in un lungo tour. Fortunatamente, ci sono alcuni strumenti a disposizione per farti andare avanti (almeno fino alla prossima officina). Nel caso in cui si utilizzi un pneumatico con una camera d’aria è possibile comprare un semplice kit di riparazione stradale completamente attrezzato. Mentre per i pneumatici tubeless è possibile scegliere tra le opzioni ad inserto (plug), con corda di riparazione e fix-a-flat. Anche se potrebbe sembrare pratico, la percentuale di successo con il fix-&-flat è piuttosto bassa. Inoltre, il tuo meccanico o gommista ti ringrazierà più tardi – perché questi kit di riparazione fanno un casino all’interno del pneumatico. In generale, mai guidare troppo a lungo con un pneumatico riparato, a meno che non sia necessario. Portare con sé un kit di riparazione è sempre una buona idea!

È sicuro riparare un pneumatico da moto dopo una foratura?

Sì, per un certo periodo di tempo (di guida) lo è. A volte è l’unica opzione in un tour. Inoltre é possible ripararlo fino a due volte. Fino ad un indice di velocitá J (equivalente a 100 km/h) si può riparare la gomma due volte, mentre sopra J fino a V (fino a 240 km/h) si dovrebbe considerare di farlo una sola volta. Se guidi una superbike, meglio non farlo. (sopra V) Tieni sempre presente che si può riparare solo il 50% della larghezza di un pneumatico, mai la parete laterale. Inoltre un pneumatico usurato non mai è sicuro da riparare.

Quale pressione degli pneumatici devo usare sulla mia moto?

La migliore raccomandazione è quella di orientarsi al manuale d’uso della propria moto. Dovresti sempre mantenerti all’interno di questo intervallo, poiché la moto che stai guidando è stata progettata e testata con questi valori. Una pressione sbagliata potrebbe addirittura ridurre la durata dei tuoi pneumatici. Se è troppo bassa, l’area di contatto può essere ridotta, perché il pneumatico si deforma sollevando la parte centrale dalla strada. Inoltre, si surriscalderá facilmente. Se si gonfiano troppo, si consumano in modo non uniforme, mostrano una maneggevolezza peggiore e offrono una guida scomoda. Controlla le raccomandazioni anche se stai trasportando dei carichi o se siete in due. Nel caso in cui il manuale non sia disponibile, controlla il sito web del produttore.

Qual´è la profondità minima del battistrada delle gomme da moto?

In Europa la profondità minima legale del battistrada di un pneumatico da moto è di 1,6 mm su tutta la circonferenza. Il diverso stile di guida rispetto alle autovetture porta ad una diversa usura del profilo, che ha l’effetto che il disegno del battistrada deve essere visibile anche su tre quarti della larghezza. È sempre bene fare affidamento su una buona “quantità” di battistrada, poiché è responsabile di spingere l’acqua da parte durante un´uscita con la pioggia. E’ il momento di pensare ad un cambiamento quando la prodinfitá del battistrada é di circa 2-3 mm, poiché una profondità inferiore influisce molto anche sulla maneggevolezza della moto. Per controllare la profonditá del battistrada è sempre bene avere un misuratore di profondità!

Posso usare pneumatici non montati che hanno qualche anno?

Sì e no. È fondamentale che il pneumatico che si desidera acquistare sia stato conservato correttamente. Il che a volte può essere difficile. Il motivo (o meccanismo) per cui i pneumatici possono invecchiare si chiama degassamento. Ció accade fondamentalmente tutte le volte che il calore viene assorbito o ceduto dalla mescola. Questo effetto di degassamento fa sì che alcune delle sostanze chimiche che conferiscono al pneumatico la sua duttilità si trasformino in gas e fuoriescano con la conseguenza di rendere il pneumatico più duro e meno aderente. Assicurati di riporre la tua moto (e i tuoi pneumatici) al chiuso in un clima fresco e stabile. Uno scenario ´non consigliabile sarebbe quello di conservarli sotto il sole o in un magazzino caldo. Controlla sempre il codice DOT per l’età di produzione: Un pneumatico di tre anni che è stato conservato correttamente può essere in una forma migliore di un pneumatico di un anno che peró è stato conservato male. Un trucco per essere sicuri di ottenere pneumatici “freschi”è quello di scegliere un rivenditore che ha un grande turn-over.

Posso usare pneumatici di dimensioni diverse sulla mia moto?

Poiché ogni pneumatico è progettato per soddisfare un determinato profilo con determinate caratteristiche di maneggevolezza (ad es.: battistrada specifico per determinati terreni), si dovrebbero sempre scegliere set abbinati. Nel peggiore dei casi può influire negativamente sulla maneggevolezza della moto in modi imprevedibili o addirittura pericolosi. Si sá che pneumatici buoni sono costosi e – soprattutto se paragonati alle autovetture – Si consumano molto piú velocemente, ma in questo caso i soldi sono ben spesi.

Come posso mantenere le mie gomme per una lunga durata durante la bassa stagione?

Dal momento che le tue gomme sono l’unica cosa che ti separa dalla strada, dovresti trattarle bene, ancora di più quando non le usi attivamente durante la bassa stagione. Fai sempre un’ispezione visiva (in condizioni ben illuminate) e cerca forature o chiodi. Gli pneumatici “vedono” di tutto sulla strada, quindi assicurati anche di controllare se ci sono piccoli pezzi di vetro che potrebbero essere intrappolati nel battistrada. Quando il tuo set di gomme è già un po’ più vecchio, assicurati di controllare se ci sono delle crepe. Fai un´ispezione complete: lasciali rotolare e controlla intorno a tutta la circonferenza. Inoltre come già detto, assicurati di riporre le tue gomme in un locale con una temperatura stabile e non troppo alta.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *